Via Berretta Rossa

Delibera di riferimento

Delibera Podestarile del 25 Giugno 1935

Localizzazione

Ex frazioni secondo la documentazione del 1936:

Quartiere secondo l'organizzazione attuale (2001):

Descrizione

Descrizione secondo il Prontuario del 1936: «Dalla sinistra di Via Emilia Ponente, localitÓ S. Viola, a Via della Certosa»

Descrizione attuale tratta da Fanti: «Dalla Via Emilia Ponente a Via G. Segantini»

Informazioni tratte dalla Relazione sui lavori relativi alla toponomastica del 1936

La via compare nella tabella «Ufficiali denominazioni confermanti quelle usuali» alla riga 11.

Informazioni tratte da Fanti, Le vie di Bologna (2000)

«La delibera conserv˛ la denominazione in uso, che non pare risalga pi¨ indietro del secolo scorso (Ŕ registrata nella Pianta di Bologna e dei suoi dintorni edita da Giacomo Monti nel 1850) e la cui origine, secondo una tradizione orale, sarebbe da ricercarsi nell'abito dei birocciai che in quel luogo avevano stanza, i quali portavano una berretta rossa ed una fascia di lana multicolore, in cintura. [...] l'innocente toponimo, a causa dell'aggettivo rossa, dest˛ nell'amministrazione comunale fascista il sospetto che vi si celasse chissÓ quale riferimento politico, onde in un primo tempo ogni decisione fu rinviata e furono svolte ricerche in merito che condussero, per˛, alla piena assoluzione del toponimo imputato (cfr. delib. podest. 3 agosto 1934).» (p.187-188)

ëAspetti dello sviluppo urbanistico di Bologna tra le due guerre mondiali
éElenco delle vie